Istituto Comprensivo di Capiago Intimiano
Piazza IV Novembre – 22070 Capiago Intimiano CO
tel. 031461447 – fax 031561408 – CF 80013500139 -Cod.Mecc. COIC 811002
Posta Elettronica Certificata: coic811002@pec.istruzione.it
– Posta elettronica: coic811002@istruzione.it

Circolare n. 106
Capiago Intimiano, 29 agosto 2020

A tutti i genitori

Oggetto: Nomina referenti COVID di plesso

La DIRIGENTE SCOLASTICA

  • VISTE le “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia” del 21 agosto 2020
  • CONSIDERATO che la figura delreferente Covid-19in ogni realtà scolastica rivestirà un ruolo fondamentale a tutela della salute pubblica
  • CONSIDERATA la direttiva da parte del Ministero dell’Istruzione a nominare referenti Covid-19 per coordinare la fase di sicurezza a scuola conl’ASL e gli Enti preposti per i relativi controlli
  • CONSIDERATA la necessità di assicurare la presenza di una figura ad hoc per tutto il tempo scuola e quindi di nominare un numero congruo di incaricati in ogni plesso per evitare interruzioni delle procedure in caso di assenza del referente

NOMINA

il personale della scuola a ricoprire tale compito:

PLESSO REFERENTE COVID
Infanzia Capiago BIANCHI MARINAGIROLANICOLETTA
Infanzia Montorfano BUTTI CINZIABIONDI ROSARIAPEDRONCELLI LARAPEVERELLI SIMONA
Infanzia Senna Comasco CAVALERI RAFFAELLAFICHERA ISABELLAMORANDIN ORIETTALIVIO VITTORIACEPPI FEDERICA
Primaria Capiago GANDINI ANNALISAGALATÀ LAURACICHELLO TIZIANACESERANI VIVIANACAPPELLETTI GRAZIELLA
LOMBARDO MARIA
Primaria Intimiano ARMALEO LUCIAPAROTELLI NADIABRISOTTO CAROLINACAGIA GABRIELLA
Primaria Montorfano GALLA SIMONAGRECO ANNA MARIAFRIGERIO LAURASANVITO LAURABALLERINI KATIUSCIA
COLOMBO MANUELA
Primaria Senna Comasco

SEVESO DANIELA

FRIGERIO MAURIZIO

PIANTONI RAFFAELLA

MOLTENI LUISA

VALENTE BEATRICE

D’AGATA GIOVANNA

GENTILI KATIA

BRANDO MARISA

Secondaria Intimiano BARON BARBARAOSTINELLI HARTURMANDOSI MARCELLOTREZZI SILVIALOSITO LAURA
CESERANI VIVIANA
Secondaria Senna Comasco MALAFRONTE TAMARABAZZONI BIANCAABATE SILVIAERBETTA ALESSANDRORUGGIERO TERESA
BARONE SERENA

I nominativi inseriti in tabella (individuati prioritariamente tra ROP, preposti, addetti al primo soccorso) vanno considerati in ordine di priorità: in caso di assenza o impedimento del primo indicato subentra il secondo e così via. La nomina riveste carattere obbligatorio e NON può essere rifiutata.
Il personale referenteCovid-19 verràformato su tutte le procedure da seguire per compiere la mansione affidata.
Il Referente Covid dovrà svolgere i seguenti compiti:

  • rendicontare leassenze ‘elevate’degli alunni di ogni singolaclasse (es. 40%): classi con molti alunni mancanti potrebbero essere indicedi una diffusione del virus e potrebbero necessitare di una indagine mirata da parte del Dipartimento di Prevenzione)
  • raccogliere le eventuali segnalazioni di persone (alunni o lavoratori o esterni) presenti a scuola con sintomi virali
  • allertare immediatamente i genitori degli alunni che presentano sintomi virali, affinchè li vengano a prendere e si rivolgano al curante
  • segnalare alla Dirigente Scolastica (o alle sue collaboratrici Ceserani Viviana, Piantoni Raffaella) quanto rilevato e svolgere il ruolo di interfaccia con il Dipartimento di Prevenzione attraverso i canali di comunicazione che saranno segnalati dallo stesso DdP

Se un alunno manifesta la sintomatologia a scuola, le raccomandazioni prevedono che vada isolato nell’apposita area identificata all’interno dell’edificio, assistito da un adulto che indossi una mascherina chirurgica. Vanno immediatamente allertati ed attivati i genitori: una volta riportato a casa i genitori devono contattare il pediatra di libera scelta o medico di famiglia, che dopo avere valutato la situazione, deciderà se è necessario contattare il Dipartimento di prevenzione (DdP) per l’esecuzione del tampone.
Se il test è positivo il DdP competente condurrà le consuete indagini sull’identificazione dei contatti e valuterà le misure più appropriate da adottare tra le quali, quando necessario, l’implementazione della quarantena per i compagni di classe, gli insegnanti e gli altri soggetti che rientrano nella definizione di contatto stretto.
In presenza di casi confermati COVID-19, spetta al DdP della ASL competente territorialmente di occuparsi dell’indagine epidemiologica volta ad espletare le attività di contact tracing (ricerca e gestione dei contatti). Per gli alunni ed il personale scolastico individuati come contatti stretti del caso confermato COVID-19 il DdP provvederà alla prescrizione della quarantena per i 14 giorni successivi all’ultima esposizione.
Per agevolare le attività di contact tracing, il referente scolastico per COVID-19 dovrà:

  • fornire l’elenco degli studenti della classe in cui si è verificato il caso confermato
  • fornire l’elenco degli insegnati/educatori che hanno svolto l’attività di insegnamento all’interno della classe in cui si è verificato il caso confermato
  • fornire elementi per la ricostruzione dei contatti stretti avvenuti nelle 48 ore prima della comparsa dei sintomi e quelli avvenuti nei 14 giorni successivi alla comparsa dei sintomi. Per i casi asintomatici, considerare le 48 ore precedenti la raccolta del campione che ha portato alla diagnosi e i 14 giorni successivi alla diagnosi
  • indicare eventuali alunni/operatori scolastici con fragilità
  • fornire eventuali elenchi di operatori scolastici e/o alunni assenti.

Si riportano di seguito i sintomi più comuni di COVID-19:

  • nei bambini: febbre, tosse, cefalea, sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea), faringodinia, dispnea, mialgie, rinorrea/congestione nasale
  • nella popolazione generale: febbre, brividi, tosse, difficoltà respiratorie, perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia), rinorrea/congestione nasale, faringodinia, diarrea (ECDC, 31 luglio 2020)

Cordialmente

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dott. Magda Zanon

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi art. 3, c. 2, D.lgs. n. 39/93)